To read in English follow the blu writes, Many thanks.

 

Telegraph key from Russia    -    телеграфный ключ

 

 

 

1) TASTO TELEGRAFICO IMPERIALE  -  Siemens & Halske 1898 

 

Questa era una delle chiavi più rare nella produzione Russa, denominata "Chiave Imperiale" era prodotta dalla Siemens & Halske a San Pietroburgo.

La società JSC Siemens e Halske fu autorizzata nel 1898 dallo Zar Nicola II° all'avvio di una nuova  compagnia elettrica nazionale per la produzione di attrezzature e strumentazioni ad uso telegrafico governativo, militare e postale.

La scritta incisa sul lato destro del frame riporta le lettere in Cirillico C & Γ, tradotte nell'alfabeto occidentale è S & H, le iniziali di Siemens & Halske.

Questa scritta rimase sino all'anno 1917, infatti dopo la caduta degli Zar, una delle prime cose che fecero i Soviet fu quello di "purificare" la lingua russa e sbarazzarsi delle impurità occidentali come la "e commerciale" &, che fu sostituita con la lettera cirillica "io" che di per sé significa "e". 

Come si può notare la chiave ha un design tipico delle chiavi tedesche dell'epoca, d'altronde è una "eredità" portata dalla casa madre, La Siemens & Halske nasce il 12 Ottobre 1847 proprio a Berlino.

Il set dei tre terminali è distribuito sul lato sinistro della chiave, in questo modo è possibile utilizzare la chiave in chiusura durante la trasmissione e aperto per porlo in ricezione. L'Hardware è in ottone laccato e la base è in legno d'acero tinto.

Altre due caratteristiche tipica delle chiavi tedesche è il sistema delle doppie molle sul braccio principale, utili a bilanciare le forze di contrasto ed il sistema di smorzamento è costituito nel modo più classico utilizzando delle alette metalliche che fungono da balestra.

 Una delle prime cose che i sovietici fecero fu "purificare" la lingua russa e sbarazzarsi delle impurità occidentali come la "e commerciale", che fu sostituita con la lettera cirillica "io" che di per sé significa "e".

 

This is one of the rarest Russian keys, so called "Imperial key" produced by Siemens & Halske in St. Petersburg.

The company JSC Siemens and Halske was authorized in 1898 by Tsar Nicholas II to start a new national electricity company for the production of electronic and telegraphic equipment for government, military and postal use.

The inscription engraved on the right side of the frame shows the letters in Cyrillic C & Γ, translated into our alphabet is S & H, the initials of Siemens & Halske.

This inscription remained until the year 1917, in fact after the fall of the Tsars, one of the first things that the Soviets did was to "purify" the Russian language and get rid of the "Western" impurities such as the "commercial" &, which was replaced with the Cyrillic letter "I" which in itself means "and".

As you can see the key has a typical design of the German keys of the time, moreover it is an "inheritance" brought from the parent company, La Siemens & Halske was born on October 12th 1847 just in Berlin.

The set of the three terminals is distributed on the left side of the key, in this way it is possible to use the key during closing and open for reception. The hardware is in lacquered brass and the base is in stained maple wood.

Two other characteristics typical of the German keys are the double spring system on the main arm, useful to balance the contrast forces and the damping system is constituted in the most classic way by using metal fins that act as a crossbow.

 One of the first things the Soviets did was "purify" the Russian language and get rid of Western impurities such as the "commercial one", which was replaced by the Cyrillic letter "I" which in itself means "and".

 30 Gennuary 2019

 

 

Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key"
Siemens & Halske "Imperial Key".  Particular of workshop logo engraved on the frame
Siemens & Halske "Imperial Key". Particular of workshop logo engraved on the frame

 

 

2) TASTO TELEGRAFICO SOVIETICO   -  model B12

 

Il tasto presenta un involucro protettivo in metallo con le regolazioni dei distanziatori e della molla che sporgono sopra il coperchio del tasto. Il tasto era in uso all'aviazione militare Russa.

Il tasto presenta al suo interno dei circuiti di taglio frequenza per impedire le interferenze con le strumentazioni radio di bordo.

 

Di questo tipo di tasto ne esistono diverse varianti anche con switch posti sempre sopra il coperchio.

Primi modelli prodotti risalgono agli anni '30, utilizzato sino ai tempi della cosi detta guerra fredda.

 

 

 

 

The key has a protective metal casing, the adjustments of the spacers and tension spring protrude above thecover of key.

The key was in use Russian military aviation.

The key has inside of the cutoff frequency circuits to prevent interference with the instruments board.

 

There are different varian of tThis type of key, any have add above the cover differentr switchs.

First produced models date back to the 30's, used until the time of the so-called Cold War.

 

 

Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model
Russian Air force Telegraph key B12 model - particular of cutting sistem
Russian Air force Telegraph key B12 model - particular of cutting sistem
Russian Air force Telegraph key B12 model - particular of cutting sistem
Russian Air force Telegraph key B12 model - particular of cutting sistem
Russian Air force Telegraph key B12 model - inside wieu
Russian Air force Telegraph key B12 model - inside wieu

 

 

TASTO TELEGRAFICO SOVIETICO   -  Inteligence Telegraphy set

 

Questo tasto era in uso ai servizi di Intelligence Sovietici. 

Si tratta di un piccolo set multifunzione, può operare come puro tasto telegrafico, copleto dei controlli di corsa e regolazione forza della molla, di una tavoletta su cui far scorrere una penna all'interno di alcuni slot.

Questi slot permettevano anche a chi non conosceva il codice morse di comporre delle serre cifrate da spedire al quartier generale.

Il set presenta inoltre due fessure dove far passare una pellicola per la trasmissione in Burst (alta velocità) del messaggio, questo sistema diminuiva i tempi di trasmissione riducendo la possibilità di venire intercettati.

Per fare ciò innanzitutto si riportava il proprio messaggio cifrato su una normale pellicola fotografica formato 35 mm, perforandola opportunamente con una fustella. La pellicola veniva poi introdotta in una fessura del dispositivo, e girando la manovella i fori, esplorati da un contatto “tastatore”, facevano chiudere il circuito e così si trasmetteva l'intero messaggio in pochi attimi, il tempo di qualche giro di manovella.

Il corrispondente “oltre cortina”, che conosceva frequenza e ora della trasmissione, si premurava di registrarla e poi ascoltandola a velocità più bassa trascriveva il messaggio.

 

Il tasto è in corso di restauro, quindi sarà visibile al momento una sola foto.

 

 

 

This key was used to Soviet Intelligence Services.

It is a small multi-function set, it can operate as a pure telegraph key, copleto of the stroke controls and adjustment of the spring force, of a tablet on which to slide a pen within some slots.

These slots also allow those who did not know Morse code to compose the encrypted greenhouses to be sent to the headquarters.

The set also has two slots where to route a film for broadcast on Burst (High Speed) message, this system decreased the transmission time by reducing the possibility of being intercepted.

To do this it first reported their encrypted message on a normal 35 mm photographic film, appropriately penetrating her with a punch. The film was then introduced into a slot of the device, and turn the handle holes, explored from a contact "probe" were close the circuit and so the entire message was transmitted in a few seconds, the time to a few turns of the handle.

The corresponding "behind the Iron Curtain", who knew the frequency and time of the transmission, took care to record it and then listening to the slowest speed transcribed the message.

 

The key is being restored, so it will be visible when a single photo.